Comunicazione Digitale e Servizi Informatici

Oggi stampiamo… in 3D

di Massimiliano Camillucci
3d Printer_bis

Macchine volanti? Teletrasporto?
Quasi… sicuramente stiamo per parlare di oggetti che “vengono dal futuro”.
Parliamo di Stampanti 3D. E parliamo con entusiasmo di un prodotto che presto sarà nelle nostre case. I prezzi si stanno abbassando e la tecnologia migliora.

Ma iniziamo con calma, dall’inizio:

Cos’è una Stampante 3D?
3d Printer
E’ un accessorio per il nostro computer. Una “scatola magica” che teletrasporterà un oggetto tridimensionale, dallo schermo alle nostre mani.
Ma quali oggetti possiamo stampare?
Praticamente di tutto. Sicuramente dei limiti ci sono: fantasia, dimensioni, e budget. Provo a darvi qualche idea:

  • Un portachiavi personalizzato;
  • Un annello, o bigiotteria di altro tipo;
  • Un giocattolo o una miniatura da collezione;
  • Pedoni degli scacchi personalizzati;
  • Occhiali senza lenti (stenopeici);
  • Il vostro progetto di lavoro (designer, architetti, etc);

e chi più ne ha, più ne metta.

Iniziate a vederne le potenzialità? State fantasticando? Bene, vediamo qualche specifica e dettaglio in più, per capire lo stato attuale della tecnologia.

  • Dimensioni massime: Potremo stampare un oggetto di circa 26 x 20 x 21 cm (le dimensioni cambiano da modello a modello);
  • Materiale oggetto: Gli oggetti sono creati da materiali plastici, di diversa composizione e caratteristiche (opaco, lucido, trasparente, e anche flessibile!);
  • Colore oggetto: Sono disponibili tantissimi colori differenti, per creare oggetti monocromatici. Alcune stampanti danno la possibilità di stampare oggetti a 2 colori distinti, e le più innovative permettono di miscelare le “cartucce di plastica” creando vere e proprie sfumature.

3d Printer acc
Fantastico… ma come facciamo a “dirle” cosa stampare? Come costruire il nostro oggetto 3D?
Le opzioni sono diverse:

  • Impariamo a modellare oggetti in 3D a computer;
  • Proponiamo la nostra idea ad un designer, architetto o artista 3D;
  • Scarichiamo o compriamo dei modelli 3D già esistenti in rete;
  • Scansioniamo un oggetto con uno Scanner 3D.

L’ultima soluzione è una delle più innovative ed interessanti: ne parleremo in un articolo dedicato, il prossimo mese.

Concludiamo l’articolo con le informazioni più “pratiche”: quanto costa?
Innanzitutto, come per ogni stampante, abbiamo un costo iniziale, e poi il costo delle cartucce:

  • I modelli commerciali più recenti hanno un costo che varia dai 1200€ ai 3000€;
  • Le cartucce costano da una base di 50€, fino a circa 130€ per materiali o colorazioni particolari;
  • Le cartucce sono proposte in bobine da 1 Kg, e quindi potremo produrre circa 1Kg di oggetti a cartuccia.

Alcune stampanti costano “solamente” 500$, e questo potrebbe diventare presto il prezzo di riferimento per i modelli base.

Riepilogando: la stampa 3D è una realtà. Il costo è accessibile per i professionisti, ma sempre più accattivante anche per i privati o per giovani imprenditori. Serve un po’ di pratica e un po’ di studio per imparare a progettare oggetti, ma presto vedremo negozi online di modelli da scaricare e personalizzare facilmente.

Massimiliano Camillucci,
Comunicazione, Multimedia e Digital Signage presso Record Data.

Link: Fonti e Curiosità
http://cubify.com
http://www.makerbot.com
http://store.solidoodle.com/index.php?route=common/home (video)
http://www.the3doodler.com
http://www.3dprinter.net/directory/personal-3d-printers

Il tuo nome*

La tua Azienda

La tua email*

Il tuo recapito telefonico

Il tuo messaggio*

Leggi la Privacy Policy

Lascia un commento