Comunicazione Digitale e Servizi Informatici

302 pergamene digitalizzate per la Rubiconia Accademia dei Filopatridi: tra queste anche quella di Cesare Borgia!


Intervista ad Andrea Presenza, Responsabile dell’Archivio Digitale di Record Data, sul lavoro appena concluso

0232C_MOD

Digitalizzate 302 pergamene che vanno dal 1067 al 1700 d.C.

Il Responsabile dell’Archivio digitale di Record Data, Andrea Presenza, ha recentemente concluso un lavoro di digitalizzazione su un totale di ben 302 pergamene; a commissionare il lavoro è stata la Rubiconia Accademia dei Filopatridi, antica e prestigiosa istituzione di Savignano sul Rubicone, i cui archivi vantano un patrimonio librario cartaceo di grande valore letterario.

Tutto il materiale era stato precedentemente inventariato e pubblicato in una lista da Giuseppe Rabotti, importante membro dell’Arcidiocesi di Ravenna – Cervia, nel Quaderno VI dell’Accademia dei Filopatridi.

Le pergamene oggetto di intervento risalgono ad un periodo che va dal 1067 fino al 1700 d.C. e hanno una provenienza eterogenea, cioè da vari monasteri di tutta la zona geografica limitrofa.

Intervenire con la digitalizzazione, per preservarne la conservazione, era una necessità sempre più forte, pena il rischio di perdere una parte consistente del patrimonio storico culturale.

Da questo momento il patrimonio librario digitalizzato sarà liberamente consultabile presso la sede dell’Accademia; un grande passo in avanti non solo per la conservazione quindi, ma anche per l’accessibilità e la fruizione.

Cesareborgia_MOD

Brevi cenni sulla Rubiconia Accademia dei Filopatridi

La Rubiconia Accademia dei Filopatridi è il nome che ha assunto nel 1876 quella che originariamente era l’antica istituzione accademica degli “Incolti”; le prime notizie a riguardo risalgono al 1651.

Tra le tappe salienti della sua evoluzione c’è dapprima l’apertura di una Biblioteca Pubblica nel 1689, per dare accesso alla cultura anche ai meno abbienti, e poi l’istituzione di quella che è stata la prima forma dell’Accademia ovvero la Rubiconia Simpemenia dei Filopatridi (1801 – 1876) fondata da Bartolomeo Borghesi, Giulio Perticari e Girolamo Amati.

Il patrimonio librario si è enormemente arricchito nel corso del tempo, grazie a importanti lasciti e donazioni; attualmente la Biblioteca conta ben dieci sale che ospitano volumi di vari generi e aree tematiche.

tra i soci dell’Accademia compaiono inoltre molti nomi illustri della letteratura, dell’arte, della scienza e della politica, molti dei quali italiani: il compositore d’opera Gioacchino Rossini, il condottiero patriota Giuseppe Garibaldi, l’illustre poeta Giovanni Pascoli, il critico e storico Francesco de Sanctis, l’antropologo Paolo Mantegazza, e molti altri ancora.
Ogni anno l’apertura dell’anno accademico inizia con la caratteristica cerimonia di proclamazione dei Nuovi Accademici, nominati per i meriti conseguiti nelle rispettive discipline.

Per saperne di più sulla storia dell’Accademia clicca il link di approfondimento http://www.accademia-rubiconia-filop.org/web/storia

Fonte foto Cesare Borgia: Wikipedia

Lascia un commento